Metodi di risparmio efficaci: i sei barattoli

di Luigi Cantone
0 comment

Tra i tanti metodi di risparmio esistenti, uno dei più famosi è sicuramente quello della tecnica dei sei barattoli. In questo articolo vedremo perché può esserti utile e come può aiutarti a cambiare in meglio la gestione delle tue finanze.

Se aggiungi poco al poco, ma lo farai di frequente, presto il poco diventerà molto.

Esiodo

T. Harv Eker, ideatore di questa tecnica di risparmio e autore del libro I segreti della mente milionaria, sostiene che non sia importante da quale cifra si parta perché quel che conta davvero sono solo due cose:

  • instaurare l’abitudine al risparmio;
  • avere come obiettivo la propria ricchezza.

Ti è mai capitato di ritrovarti a dieci giorni dalla paga e non sapere che fine hanno fatto i soldi che hai guadagnato con lo scorso stipendio? O magari, preso dalla febbre degli sconti hai speso troppo in abiti e gadget che non userai mai?

Questi due esempi banali sono più comuni di quel che credi e spesso ci rendiamo conto di aver speso più del necessario quando orami è troppo tardi per recuperare.

Come possiamo quindi avere un maggior controllo sulle nostre finanze?

Ecco che qui entra in gioco il metodo dei sei barattoli di Eker. Il concetto dietro a questo metodo di risparmio è davvero semplice, ma prima di scendere nel dettaglio ti lascio ad un video davvero ben fatto che ti aiuterà a comprendere questa tecnica.

Non preoccuparti se il video è in inglese, le immagini ti faranno capire tutto senza troppi problemi!

Come avrai potuto notare, il sistema di risparmio ideato da Eker è davvero semplice da comprendere, ma estremamente potente se messo in pratica con costanza nel corso del tempo.

Quindi adesso andiamo a vedere (questa volta in italiano!) in cosa consiste la tecnica di risparmio dei sei barattoli e cosa possiamo portarci a casa per migliorare la gestione delle nostre finanze.

6 barattoli per domare le tue finanze

Ormai l’avrai capito, il metodo di risparmio dei sei barattoli si basa sull’idea che il denaro guadagnato debba essere ripartito in modo differente in base all’utilizzo che ne faremo e dovrà finire dentro sei barattoli immaginari che riempiremo con costanza.

Se ti suona strano o ti sembra una tecnica poco utile, ricorda che, come dice l’autore del metodo:

Se continui a fare quello che hai sempre fatto, otterrai quello che hai sempre ottenuto.

Quindi perché non diamo una possibilità a questi barattoli?

1.Il barattolo delle Necessità (55%)

Il primo barattolo non poteva essere altro che quello delle necessità, ovvero quelle cose di cui non puoi fare a meno. Qui, infatti, dovrai mettere bel il 55% dei tuoi guadagni!

Secondo l’autore, rientrano nelle spese necessarie:

  • affitto/mutuo;
  • cibo;
  • utenze/bollette;
  • spese auto (finanziamento/carburante/bollo/ecc..).

Alt! Se stai pensando che con il 55% non riusciresti mai a coprire tutte le spese necessarie, non preoccuparti. Vedremo più avanti come poter gestire questa situazione 😉

2.Il barattolo della Libertà finanziaria (10%)

Questo è probabilmente uno dei barattoli più difficili da comprendere.

I soldi che metteremo in questo contenitore, infatti, non dovranno mai essere spesi inutilmente. Al contrario invece dovremo fare in modo che questi soldi lavorino per noi nel corso del tempo, generando altri soldi!

Qualche esempio potrebbe essere:

  • creare un corso e venderlo online;
  • pubblicare un libro su Amazon;
  • investire in immobili;
  • investire in azioni;
  • fondi comuni di investimento.

Insomma quello che devi portarti a casa da questo barattolo è che la cifra messa qui dentro deve essere utilizzata per generare entrate automatiche ricorrenti nel tempo.

3.Il barattolo dell’Educazione (10%)

Senza dubbio il mio barattolo preferito, la somma che metterai qui dentro verrà utilizzata per accrescere il tuo valore personale!

Per fare ciò puoi utilizzare questo denaro per acquistare libri, corsi, sessioni di coaching personali o qualsiasi altra cosa ti venga in mente che possa contribuire ad aumentare le tue competenze ed il tuo valore sul mercato.

Dedica te stesso al continuo miglioramento personale, tu sei la tua risorsa più preziosa.

Brian Tracy

4.Il barattolo dei Risparmi per acquisti a lungo termine (10%)

Secondo Eker in questo barattolo dovrai accantonare i soldi per quelli che sono i tuoi obiettivi futuri. Potresti usare il denaro qui accumulato per una lunga vacanza o per comprare una nuova TV o un nuovo smartphone.

Attenzione però, questo è anche il contenitore degli imprevisti. Dovrai quindi tenere sempre almeno una piccola percentuale del suo contenuto (20%) per destinarlo ad ipotetici imprevisti, come possono esserlo spese mediche, guasti alla macchina, ecc.

5.Il barattolo del Gioco (10%)

Se ti stai chiedendo quando arriva il momento in cui potrai finalmente spendere i soldi che ti sei guadagnato, bene, eccolo qui!

I soldi che destinerai mensilmente a questo barattolo saranno impiegati per toglierti un po’ di sfizi e per tutte quelle cose che aumentano il tuo benessere e migliorano il tuo umore.

Rientrano in queste categorie, ad esempio, le cene al ristorante, un po’ di shopping e una bella giornata in un centro benessere!

6.Il barattolo dei Doni (5%)

Dovrebbe esserti rimasto ancora qualcosina da accantonare, giusto? Bene, allora questo è il contenitore giusto in cui piazzarlo!

Si tratta infatti del barattolo del dono e rientrano qui tutte le azioni di beneficenza o i regali che farai agli altri. Dopotutto come diceva Einstein:

Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.

Parola d’ordine: Flessibilità

Come avrai ormai intuito, questo metodo di risparmio ha davvero delle ottime potenzialità. Fra queste, una di sicuro è la sua flessibilità, ovvero la possibilità di adattare questa tecnica alle tue esigenze.

Se, ad esempio, facendo due conti ti sei reso conto che destinando il 55% del tuo salario alle necessità non riesci a coprire tutte le spese, nessun problema, aumenta questa percentuale fino a raggiungere la cifra adatta a te e riduci di qualche punto uno o più dei restanti barattoli.

Non prendere le percentuali indicate dal metodo come fisse e immutabili, ma prendile come punto di riferimento per arrivare a gestire al meglio i tuoi risparmi. Dopotutto nessuno meglio di te conosce la tua situazione finanziaria.

Concludendo

In questo articolo abbiamo imparato a conoscere uno dei metodi di risparmio più famosi degli ultimi anni, una tecnica tanto semplice quanto potente che se portata avanti nel tempo con costanza e dedizione potrà fare la differenza sulla gestione delle tue finanze.

Come ci ricorda l’autore del metodo, la chiave di volta sta nell’avere instaurato l’abitudine al risparmio ed avere come obiettivo la propria ricchezza. Se vuoi saperne di più su come poter creare nuove abitudini dai pure un’occhiata a questo articolo!

Prima di lasciarti voglio dirti che ho creato per te un comodo file Excel grazie al quale potrai calcolare immediatamente le percentuali corrette da inserire in ognuno dei sei barattoli. Lo troverai tra i link riservati agli iscritti! Se non sei ancora iscritto alla newsletter di MigliorandoTi puoi farlo compilando il form qui sotto.

In regalo per te l’accesso alle preziose risorse riservate agli iscritti!

A presto. Luigi.

Photo by Micheile Henderson

Questi li hai letti?

Lascia un commento